gestaui.it

Blog

Il processo di essiccazione della carne

Il processo di essiccazione della carne

Per essiccazione degli alimenti , si intende un procedimento  che prevede una separazione fra elementi liquidi e solidi, questo procedimento si verificherà quando l’acqua che è presente nei diversi cibi, inizierà ad evaporare.

La differenza fra cottura ed essiccazione è molto evidente, il calore tenderà a scindere le molecole dei cibi e contemporaneamente le caratteristiche nutritive degli alimenti si disperderanno. Il discorso sarà diverso nel caso si usi un essiccatore: le proprietà degli alimenti resteranno invariate ed i prodotti potranno essere conservati in ogni stagione.

Come essiccare la carne.

La carne secca è una ricetta giunta in Italia, dall’America, da non molto tempo, andando a conquistare così gli amanti della carne, perchè è molto buona, di fatti se ci si vuole sentire un pò americano a casa propria, allora si potrà preparare della carne essiccata fatta in casa.

Naturalmente per poter essiccare la carne, il modo consigliato più sicuro sarà  l’uso di un Miglior essiccatore domestico, con tale apparecchio si potrà difatti, essiccare la carne ad elevate temperature, così da poter eliminare la carica batterica del prodotto ed andare ad evitare la proliferazione dei batteri.

Ecco gli ingredienti per poter essiccare la carne:

-800 gr carne di manzo tanto magra, bisognerà usare tagli di carne magri, altrimenti il grasso limiterà il procedimento ditasty beef jerky on kitchen tableessiccazione;

-65 ml di salsa Worcestershire;

-65 ml di salsa di soia;
-1 cucchiaio di zucchero;

-1 cucchiaino di aceto bianco;
-1 cucchiaio di succo di pomodoro;
-1/4 cucchiaino cipolla in polvere;

-1 cucchiaino di sale;
-1/4 cucchiaino aglio in polvere.

Innanzitutto bisognerà eliminare il grasso dalla carne e poi congelarla sopra un vassoio senza andare a sovrapporre le fette, così che dopo si possa riuscire a tagliarla senza avere problemi. Dopo che è congelata bene, bisognerà tagliarla prima a strisce perpendicolarmente rispetto al senso della fibra e in seguito a pezzi di 25-35 mm circa.

Bisognerà poi unire nel frullatore ciascun ingrediente e cospargere il composto che si avrà ottenuto sulla carne adagiata in un piatto non molto profondo. Mettendo poi, il piatto in frigorifero per ben 24 ore, la carne prenderà un caratteristico sapore proprio della “carne secca salata”. Successivamente si disporranno i pezzetti di carne sui cestelli dell’essiccatore senza sovrapporli fra loro, ed impostando la temperatura a 68°-70° per 12 ore circa, la carne risulterà fibrosa e dovrà spezzarsi se la si piega.

La carne secca sarà dunque pronta e la si potrà consumare quando lo si desidera, magari anche regalandola ad amici e parenti ponendola in sacchettini trasparenti, magari chiusi con un bel fiocco.

 

admin