gestaui.it

Blog

Come cuocere l’impasto direttamente nell’impastatrice

Come cuocere l’impasto direttamente nell’impastatrice

Alcune migliori impastatrici permettono di poter cuocere direttamente l’impasto, si tratta di quelle che hanno un prezzo superiore agli 800 euro che consentono di riscaldare il contenitore dentro il quale si sta eseguendo la lavorazione.

Come usare l’impastatrice.

Tale tipo di impastatrice sarà dotata di un’interna resistenza che consente di poter cuocere il composto direttamente nella ciotola senza estrarlo e di metterlo nel forno con la possibilità in una soluzione unica per la preparazione di creme,  dolci, quali panna cotta oppure una gustosa crema catalana e mousse, risotti,  primi piatti quali la polenta direttamente nel contenitore di lavorazione. Bisognerà soltanto impostare la temperatura nel termostato digitale, perfetto pure per prodotti che hanno bisogno della pastorizzazione delle uova quali il tiramisù oppure altre creme come ad esempio lo zabaione.

Ovviamente si tratta di macchine maggiormente sofisticate che si avvicinano maggiormente ad un robot da cucina che a un unico modello di impastatrice. Difatti, questi permettono di poter preparare pure diversi piatti, come riso, polpette, ma si tratta di macchine con un costo di circa 850-900 euro per i modelli base.

Lavorare qualunque impasto, da quelli molli e spumosi a quelli duri, ma certamente la lavorazione che è più accattivante che si potrà preparare con la planetaria è quella di impastare composti di tipo pesante e in quantitativi maggiori a differenza di quelli che si potrebbero fare in casa. Quelli di pane e pizza, e panettone e pandoro, colomba, fino ad arrivare ai biscotti di tipo duri, sono certamente impasti lunghi e laboriosi che non sono possibili da effettuare in casa con un cucchiaio di legno oppure con uno sbattitore evitando un notevole dispendio di tempo oppure di energia. Ovviamente per tale tipologia di prodotti, che hanno bisogno pure di una fase di lievitazione, sarà importante poter considerare il raddoppio del peso e della massa dentro la ciotola, per tale motivo sarà rilevante poter valutare motore e capienza prima di procedere all’acquisto del modello di macchina se già si ha interesse nell’uso per preparare tali prodotti.

Con la planetaria sarà pure possibile però impastare,  mescolare, amalgamare, montare pure composti in modo facile realizzabili in casa semplicemente con un mestolo, ma che inserendo gli ingredienti necessari nell’impastatrice planetaria si potrà in meno tempo ottimizzare i momenti per fare ulteriori faccende domestiche e preparazioni. In particolare i composti liquidi e semi-liquidi si caratterizzano per un tipo di lavorazione di 20 minuti al massimo, come ad esempio gli impasti di uova, farina e zucchero ecc.

admin